ECCO TUTTI I DANNI CHE GLI ENERGY DRINK PROVOCANO AL TUO FEGATO

Su Bmj Case Reports, infatti, si parla di un muratore di cinquant’anni che ha sviluppato anoressia e dolori addominali sfociati poi in nausea e vomito. Tutti sintomi che inizialmente erano stati attribuiti a una semplice influenza, ma che poi sono arrivati a una pericolosa itterizia diffusa.

Una volta in ospedale, un esame del sangue ha indicato un elevato numero di transaminasi, che sta ad indicare problemi al fegato, mentre test più specifici hanno diagnosticato una epatite C, molto probabilmente provocata da un abuso di vitamina B3, chiamata anche niacina.

Come mai questi valori? Con quelle “dosi” di energy drink (4 o 5 al giorno), il muratore ha assunto al giorno 200 milligrammi di vitamina B3 (ogni lattina ne contiene 40 milligrammi), cioè il doppio della razione giornaliera consigliata. E un eccesso di niacina ha gravi danni sul fegato.

E non solo, lo studio sottolinea come circa il 50% dei cedimenti del fegato negli Usa siano dovuti a supplementi alla dieta, spesso in preparati “naturali” spacciati per integratori alimentari innocui: “Con il mercato degli energy drink in continua espansione – scrivono gli autori– i consumatori dovrebbero essere coscienti dei potenziali rischi dei singoli ingredienti. Vitamine e altri nutrienti, come la niacina, sono presenti in quantità che eccedono le dosi raccomandate quotidiane, portando a rischi di accumulazione e tossicità”.

Cosa provocano gli energy drink

Gli energy drink fanno solo male al fegato? Ahimè no: assumere troppe bevande energetiche può provocare cefalee e disturbi del sonno e, soprattutto, eccessive quantità di zucchero e caffeina (di cui sono composti gli energy drink) compromettono la salute e una crescita sana.

Niente bevande energetiche, dunque, e se proprio vi piacciono concedetevene una ogni tanto, ma mai più di una al giorno! Sappiate, infatti, che all’assunzione regolare di questo tipo di bevande è legato un pericoloso rischio di assuefazione, per cui con il passare del tempo vi sembra necessario ingerirne quantità sempre maggiori. In alternativa, meglio realizzare in casa degli energy drink a base di frutta e verdura!

Germana Carillo – GreenMe

loading...