Di notte dormi poco? Allora fate parte di queste 3 categorie di persone! Leggete se è vero…

Il «privato di sonno», che va a letto tardi o si sveglia presto, per scelta o costrizione; il «breve dormitore», che riposa poco ma sta bene così; l’insonne vero, che dovrebbe rivolgersi al medico. Hanno in comune il fatto di chiudere gli occhi 4-5 ore per notte, ma sono diversissimi tra loro.

Il breve dormitore

Dorme poco, ma per scelta o costrizione. Nel senso che se potesse (o volesse) dormirebbe parecchio di più. Fanno parte di questa categoria gli “animali notturni”, che passano le serate fuori, tra feste e discoteche, ma anche coloro che si devono svegliare all’alba – o anche prima – per andare al lavoro, che magari dista parecchio da casa.

Il “privato” di sonno

La questione è genetica: nel suo Dna sta scritto che a lui basta dormire 4-5 ore per notte. E sta benissimo così. Fra le tre categorie è quella dei “fortunati” che non hanno alcun problema di sonno. Unica controindicazione: molto probabilmente stanno svegli quando tutti gli altri sono a letto. Ma magari per qualcuno può essere un punto a favore.

L’insonne vero

Qui si rischia di entrare nel patologico. È la categoria di chi vorrebbe tanto dormire, ma non ci riesce. Si parla di insonnia quando il disturbo è cronico, ovvero non limitato a un breve lasso di tempo. I motivi possono essere i più diversi, ma chi ne soffre dovrebbe rivolgersi a un medico per capire come affrontare il problema e se è possibile arrivare ad avere una migliore qualità di vita.

via AttivoTV

loading...