I MEDICI VOGLIONO STACCARE LA SPINA MA I GENITORI SI OPPONGONO: ORA MARWA, UN ANNO, SI È SVEGLIATA

La piccola Marwa, di un anno, era ricoverata in un ospedale a Marsiglia da settembre a causa di un virus che le causò gravi danni neurologici. I dottori dell’ospedale La Timone consideravano i trattamenti un vero e proprio accanimento terapeutico e volevano porre fine alle terapie.

I genitori, però, si opposero riuscendo ad estendere la durata delle cure. Una vittoria che li ha portati ad assistere al miracolo: dopo dieci giorni Marwa si è svegliata.

A causa dei gravi danni neurologici, i medici reputavano che la piccola non potesse mai più camminare, mangiare o respirare autonomamente.

La famiglia algerina però non volle arrendersi e creò una petizione per tenere accese le macchine così fondamentali per la loro bambina. L’appello, lanciato anche online sulla pagina Facebook Jamais sans Marwa, raccolse più di 70mila firme riuscendo a convincere il tribunale ad estendere le cure.

Dopo dieci giorni dal prolungamento dei trattamenti Marwa si è svegliata: il padre ha condiviso un video della bambina con gli occhi aperti che reagisce alla voce del genitore.

Ad un sito locale l’uomo avrebbe detto: “Il suo trattamento continua, vediamo i progressi ogni giorno e dandoci grande speranza. Quando parlo con lei, ascolta la mia voce, reagisce, a volte sorride”.

Fonte: Qui

loading...