L’esperto che ha previsto i 3 forti terremoti in Italia ci aggiorna sulle prossime attività sismiche.

Arriva un nuovo aggiornamento da parte dell’esperto americano “Dutchsinse c/o Michael Janitch“.

Ecco cosa scrive nella descrizione del suo ultimo video pubblicato su youtube il 31/11/2016:

Un nuovo ciclo di pressione sismica è entrata come previsto nella zona mediorientale, colpendo con un M5.5, e molteplici terremoti di media intensità M4.0 attraverso l’Iran e l’area Est dell’Arabia Saudita (dal mare verso la costa limitrofa).

Questo nuovo ciclo di pressione spingerà da Ovest verso l’Europa del Sud. Le scosse d’intensità compresa tra M5.5 e M4.0 potrebbero causare un nuovo ciclo di attività sismica che potrebbe colpire la Grecia e la Turchia, causando un nuovo sciame sismico che potrebbe produrre eventi d’intensità media di M4.0 entro domani (1 novembre, 2016).

Se la nuova pressione dovesse arrivare in Turchia e Grecia, allora passerà poco tempo prima che uno sciame sismico d’intensità compresa tra M4.0 fino a massimo M5.0 colpirà nuovamente la zona limitrofa a Norcia, Italia.

Noi ci auguriamo che si verifichi una bassa attività, come 15 o 20 terremoti di intensità M3.0 che sarebbero paragonabili ad un singolo terremoto di M4.5, altrimenti prepariamoci ad una scossa singola d’intensità M5.0 nella zona dello sciame sismico.

Non ci sono stati nuovi terremoti profondi sotto l’Europa, comunque resta possibile ma con bassissima probabilità un possibile forte terremoto a breve.

Il terremoto M7.1 (M6.6) che si è verificato il 30 ottobre era il grande terremoto che stavamo aspettando. Questa nuovo ciclo di pressione tellurica potrà sfociare in terremoti d’intensità massima attorno al M5.0. Comunque sufficientemente intensi da suscitare paura, e danni alle case delle persone, oppure causa sufficiente a far crollare le case già compromesse.

La buona notizia è, la diminuita probabilità di un nuovo terremoto d’intensità compresa tra M7.1 o M6.6. La brutta notizia è che lo sciame sismico del centro italia è destinato ad aumentare in magnitudine conseguenza dell’innalzamento della nuova pressione proveniente da Est/Sud Est. Concretizzandosi in eventi massimi M5.0 o qualcosa di simile.

N.B. Non vogliamo allarmare nessuno, ma informare per prevenire.

via AttivoTV

loading...