La grande truffa dell’olio d’oliva tunisino sulle nostre tavole? Ecco come non farci truffare

Image processed by CodeCarvings Piczard ### FREE Community Edition ### on 2016-04-22 10:12:54Z |  | …H

Quest’anno – sia nei frantoi, sia in bottiglia – l’olio d’oliva extra vergine non può costare meno di 8 Euro al litro. Chi vi vende olio extra vergine a 4-5 Euro al litro nei frantoi o in bottiglia non vi sta facendo un favore… Sappiate che quest’anno – ma guarda che caso! – il Parlamento Europeo ha consentito alle multinazionali che operano in Tunisia di piazzare in Europa 90 mila tonnellate di olio d’oliva tunisino. E sappiate, anche, che in Tunisia, con molta probabilità, utilizzano pesticidi che l’Italia ha bandito tra la fine degli anni ’60 e gli anni ’70 del secolo passato perché dannosi per la salute umana. Quest’anno, con l’olio d’oliva, fate molta, ma molta attenzione

Che olio d’oliva extra vergine circola oggi in Sicilia? Novembre è il mese dell’olio ‘nuovo’, l’extra vergine che si va ad acquistare a bocca di frantoio (cioè nei frantoi). Solo che, quest’anno, la produzione di olive registra un tracollo. Un tempo sarebbe stata chiamata in causa l’annata di ‘scarica’. Ma ormai, con le odierne tecniche agronomiche, l’alternanza tra annate di ‘carica’ (molto produttive) e di ‘scarica’ (poco produttive) è quasi del tutto scomparsa. Qua e là sono stati segnalati attacchi di ‘Mosca dell’olivo’ (un insetto) e di ‘Lebbra dell’olivo’ (un fungo). Ma i problemi, quest’anno, li ha creati il clima, che ha più che dimezzato la produzione di olive rispetto allo scorso anno (ci sono zone della nostra Isola dove è andata perduta il 70-80% della produzione di olive),

Da qui la domanda: che olio d’oliva extra vergine circola, in questo momento, in Sicilia?

Scriviamo olio d’oliva extra vergine per evitare confusione, perché la dizione olio d’oliva indica sì, genericamente, l’olio che si ricava dalle drupe di questo albero, ma indica anche una categoria di questo prodotto meno qualitativo dell’extra vergine.

Ma, nomenclatura a parte, quest’anno, con l’olio d’oliva extra vergine c’è da stare molto, ma molto attenti. Lo scorso anno la produzione di olive è stata da record. E un extra vergine di buona qualità si acquistava, a bocca di frantoio, a 4-4,5 Euro al litro-chilo. Lo stesso prezzo, bene o male, per l’extra vergine in bottiglia (non tenendo conto degli extra vergine più pregiati – per esempio quelli dell’Etna – che costano molto di più).

Quest’anno, a bocca di frantoio, il vero olio d’oliva extra vergine non può essere venduto a meno di 7-8 Euro al litro (e in certe aree della Sicilia anche di più).

Se ne deve dedurre che chi, oggi, nei frantoi, vende olio extra vergine a 4-5 Euro al litro, o vi sta facendo un regalo, o vi sta vendendo un prodotto che arriva da chissà dove o fatto con olive che arrivano da chissà dove.

Per l’extra vergine imbottigliato il discorso è un po’ diverso: un po’ diverso, ma non molto diverso. Perché per l’extra vergine imbottigliato possono sempre dire che stanno vendendo l’olio dello scorso anno. Visto – come già accennato – che la produzione, lo scorso anno, è stata abbondante, potrebbe anche essere vero. Ma questo fino a dicembre, gennaio. Andando avanti con i mesi tale tesi diventa sempre meno credibile.

Insomma, per dirla in breve, in giro, di olio extra vergine vero, quest’anno, ce n’è veramente poco.

Al crollo della produzione si associa – ma guarda che combinazione! – l’invasione di olio d’oliva tunisino.

fonte: http://www.inuovivespri.it/2016/11/19/la-grande-truffa-dellolio-doliva-tunisino-sulle-nostre-tavole-ecco-come-non-farci-truffare/#more-16987

loading...