In Italia i tornado aumenteranno, ecco perché e le regioni più a rischio

tornado-in-aumento-in-italia-nei-prossimi-anni_964539

In #italiatornado sono ben conosciuti soprattutto in determinate regioni, ma il fenomeno sembra farsi sempre più frequente e gli ultimi eventi vicino Roma ce lo ricordano. Secondo numerosi studi l’innalzamento delle temperature sta portando e porterà ad un aumento di potenza e di intensità di trombe d’aria e nubifragi nel nostro pianeta.

Come si forma un Tornado

La formazione di un tornado è dovuta all’aria calda che soffia a bassa quota e che tende a salire, mentre viceversa, l’aria fredda in alta quota tende a scendere. Questi movimenti contrapposti creano il classico cilindro d’aria in rotazione che si forma parallelo al terreno. Le correnti caldi ascendenti continuano a spingere verso l’estremità del cilindro, che quindi continua a ruotare a velocità sostenute, fino a 500 km/h. Il vortice può esercitare sugli oggetti al suolo una pressione fino a una tonnellata per metro quadrato.

I periodi e le zone più a rischio in Italia

In Italia, la frequenze dei tornado è aumentata negli ultimi 50 anni, ma a preoccupare sono soprattutto i fenomeni che sono stati misurati con intensità f3. L’intensità viene misurata utilizzando la scala Fujita che parte dal grado 0 (debole) fino al grado 5 (catastrofico).

Le regioni più a rischio sono la Pianura Padana dove il tornado può sfruttare le ampie pianure per acquistare potenza e alimentarsi con lo scontro delle correnti di aria calda e fredda. In Lombardia il rischio va da giugno ad ottobre con picco nel mese di Agosto. In Veneto e in Friuli pericolo da giugno a novembre con picco a settembre. In Emilia Romagna il rischio più alto si ha tra aprile ed agosto.

Rischio alto in Salento

Un’altra regione a rischio è il Salento, dal nord brindisino fino a Leuca, dove specialmente ad ottobre i venti caldi africani spesso si scontrano con i venti freddi dei balcani o provenienti da nord, provocando violentissimi nubifragi.

Anche il Lazio e la Sicilia sono zone ad alto rischio tornado. Sul basso tirreno il rischio è tra ottobre e novembre, mentre sulla nostra isola maggiore il pericolo è nel mese di novembre.

Abituiamoci quindi all’arrivo di tornado sempre più violenti sulla nostra penisola, perché secondo gli ultimi studi la temperatura globale non smette di continuare a salire e il comportamento umano non sembra voglia mutare per invertire la rotta.  #Ambiente #catastrofe

loading...