Sport e Benessere fusi insieme: nasce a Mantova un nuovo incredibile progetto.

Una struttura privata guidata da un team di esperti, in collaborazione con la Regione Lombardia, si occupa di curare i casi più gravi di patologie dermatologiche.

cura dermatite seborroica

La scorsa estate il centro ha aperto le sue porte, soprattutto ai malati oncologici: da lì sempre più persone hanno iniziato ad affidarsi alle cure della clinica, riscontrando risultati positivi. Le tipologie di cura sono la terapia inalatoria e la balneoterapia: la prima consiste in, appunto, inalazioni termali e viene effettuata soprattutto su pazienti affetti da patologie che colpiscono l’apparato respiratorio; la seconda invece, più adatta a chi soffre di malattie dermatologiche come, appunto, la dermatite seborroica e consiste nell’immersione per un tempo massimo di trenta minuti in acque termali ad alta temperatura. Le cure presso il centro stanno fornendo ottimi risultati e i pazienti ottengono miglioramenti giorno dopo giorno, segno che il centro…Ha fatto centro!

Ma cos’è la dermatite seborroica?

La dermatite seborroica è una patologia, seppur non contagiosa o infettiva, che si manifesta comunemente in soggetti con cute grassa, untuosa e lucida, sin dalla pubertà e, in media, colpisce più frequentemente il cuoio capelluto; la caratteristica principale di questa patologia è la presenza di chiazze eritematose, coperte da squame giallastre e untuose, definite appunto seborroiche.

Le cause della patologia.

Nonostante il grande sforzo dei ricercatori, soprattutto negli ultimi anni, le cause della contrazione di questa patologia sono tutt’oggi ignote. Sono state elaborate varie ipotesi e interpretazioni: dalla predisposizione ereditaria all’infezione batterica sia all’intervento di fattori psicofisici, gli esperti non sono ancora riusciti a fornire una risposta definitiva al problema, seppur tutte le ipotesi sembrino essere plausibili. La teoria più accreditata sarebbe quella ereditaria: la dermatite si trasmetterebbe geneticamente insieme all’alopecia, infatti i soggetti analizzati presentavano entrambe le patologie, ereditate dai genitori.

Sintomi e cattive abitudini da evitare.

Seppur le cause non siano chiare, esistono dei segnali che evidenziano la presenza della patologia: primo importante segnale è la comparsa di un’infiammazione e in seguito della desquamazione di una parte del cuoio capelluto; ricordiamoci che la dermatite non colpisce solo il cuoio capelluto ma può espandersi ad altre zone del corpo come, ad esempio, il viso e, infatti, un altro sintomo è la comparsa di infiammazioni e la desquamazione del naso o della pelle intorno alla bocca. Da evitare assolutamente, in caso di infiammazione del cuoio capelluto, il contatto prolungato delle mani sui capelli: esse potrebbero essere sporche e quindi far diventare ancora più grassa la superficie della testa andando a peggiorare gli effetti della dermatite.

Rimedi e cure contro la dermatite.

Molto apprezzati e utilizzati sono i rimedi naturali: gli esperti consigliano soprattutto l’aria marina e l’esposizione ai raggi solari che favoriscono la guarigione in tempi brevi. Importante seguire regole di buon senso quando ci si reca in spiaggia, quali: sciacquare i capelli con acqua dolce dopo un bagno in mare, per evitare che la salsedine provochi ulteriori arrossamenti sul cuoio capelluto; comprare una protezione solare adeguata alla durata dell’esposizione al sole. I ricercatori, tra cui gli esperti di Tricomedit, consigliano, nella terapia contro la dermatite seborroica, di utilizzare cortisonici sotto forma di gel o lozioni; nei casi più specifici, è consigliato associare ai rimedi naturali o alla terapia a base di cortisone anche antibiotici che favoriscano il recupero o antifungini che debellino eventuali batteri responsabili della patologia.

loading...