ECCO COSA ACCADE AL VOSTRO CORPO SE BEVETE TE’ VERDE TUTTI I GIORNI

Il tè verde è particolarmente benefico per il nostro organismo, ma solo se non eccediamo nel berlo. Il massimo raccomandato è di due tazze al giorno.

te-verde-500x334

Il tè verde è una bevanda naturale che fa parte della medicina tradizionale cinese da centinaia di anni. Il suo consumo divenne popolare poco a poco su tutto il territorio asiatico e oggi si coltiva in molti altri luoghi del mondo.

A differenza di altri tipi di tè, esso non subisce processi di fermentazione e conserva la totalità dei suoi antiossidanti e polifenoli.

Queste sostanze gli conferiscono i benefici per la salute, dal controllo del peso alla prevenzione del cancro.

Esistono molti altri motivi per assumerlo in quantità moderate ogni giorno. Di seguito condividiamo le più importanti insieme alle loro controindicazioni.

Aiuta a perdere peso

L’alta concentrazione di polifenoli nel tè verde è relazionata alla sua capacità di migliorare il metabolismo e far perdere peso.

Queste sostanze antiossidanti intensificano il dispendio energetico ed evitano che l’organismo immagazzini le calorie nei grassi.

Previene il diabete

Gli antiossidanti di questa bibita naturale partecipano al controllo dei livelli di glucosio nel sangue e prevengono sia il diabete di tipo 1 che quello di tipo 2.

La sua ingestione giornaliera dopo mangiato previene l’innalzamento dei livelli di insulina e l’immagazzinamento degli zuccheri nel grasso.

Protegge la salute cardiovascolare

Una piccola tazza di tè verde al giorno può prevenire diversi tipi di malattie cardiovascolari come nel caso dell’accumulo di colesterolo e dei disturbi circolatori.

Le sostanze antiossidanti impediscono la formazione di coaguli di sangue, depurano le arterie e controllano l’eccesso di lipidi nel sangue.

Diversi esperti assicurano che le sue sostanze attive riducono il rischio di attacco cardiaco, incidente cerebrovascolare e trombosi.

Previene i problemi alla vista

Oltre ai suoi polifenoli, il tè verde contiene sostanze come le vitamine C ed E, la luteina e la zeaxantina, che vengono assorbite da diversi tessuti dell’occhio, inclusa la retina, in modo tale da evitare lo sviluppo di glaucoma e altre malattie oculari.

Queste sostanze dal potere antiossidante riducono lo stress ossidativo cellulare che è la principale causa di degenerazione della vista.

Combatte le verruche

Bere ogni giorno tè verde fa bene contro la propagazione del virus del papilloma umano (HPV), responsabile delle verruche. L’epigallocatechina, uno dei suoi principali componenti, inibisce il ciclo cellulare che fa proliferare l’HPV.

Previene L’Alzheimer e il Parkinson

Grazie alla sua capacità di frenare l’azione dannosa dei radicali liberi, questa bevanda naturale ha dato risultati positivi nella prevenzione del danno cerebrale e dello sviluppo di malattie quali Alzheimer e Parkinson.

I suoi antiossidanti creano una barriera protettiva contro gli effetti dannosi della degenerazione cellulare e stimolano l’attività dei neuroni.

Previene i calcoli renali

Un po’ di tè verde rappresenta un modo sicuro per evitare le calcificazioni o formazioni di calcoli renali.

I suoi estratti riducono la produzione e la dimensione delle sedimentazioni di ossalato di calcio che si collocano nei reni e formano i calcoli.

Evita le carie

Le catechine, un antiossidante chimico presente in questa varietà di tè, distruggono i virus e i batteri che causano infezioni alla gola, carie e altri tipi di disturbi orali.

Controindicazioni del tè verde

Nonostante i suoi benefici per il corpo siano innegabili, è importante menzionare le controindicazioni esistenti in alcuni casi specifici.

Il suo consumo non deve superare le due tazze al giorno, perché gli eccessi hanno conseguenze negative come:

  • Mal di testa
  • Nervosismo
  • Diarrea
  • Disturbi del sonno
  • Irritabilità
  • Aumento del ritmo cardiaco
  • Nausea

D’altra parte, non bisogna berlo nel caso in cui si stiano assumendo farmaci o bevande alcoliche. Ciò si deve al suo contenuto di caffeina che, combinato con altre sostanze, può causare effetti indesiderati.

Non è consigliato per donne in stato di gravidanza o che allattano perché può provocare effetti secondari che possono danneggiare il bambino.

I pazienti con pressione arteriosa alta, anemia o disturbi digestivi devono evitare di assumerlo o farlo sotto supervisione medica.

Il consumo responsabile di questo tè lo rende benefico o meno per la salute. Molti commettono l’errore di assumerne troppo per l’ansia di perdere peso, senza sapere che in realtà stanno danneggiando il loro corpo.

Cercate di non assumerne più di due tazze al giorno e osservate quanto possa essere positivo per il vostro benessere.

via ViverePiùSani

loading...