Il cibo in scatola contiene additivi chimici,alluminio e bisfenolo.

Vegetables in cans

Cibo in lattina? No grazie!

Quando si e’ di fretta, aprire una scatoletta e’ una cosa davvero comoda.
Ma questo e’ un bene per il nostro organismo?

Non lo e’, scopriamo almeno 5 motivi per cui non e’ bene servirsene, anche nei momenti in cui sembrerebbe l’unica soluzione:

Numero 1:
I nutrienti essenziali nel cibo in scatola sono quasi del tutto inesistenti. Rimane vitale circa il 20% del prodotto rispetto ai prodotti freschi.
A lungo andare questo porta ad avere carenze nutrizionali anche gravi.

Numero 2:
Le lattine sono composte di alluminio che nel tempo puo’ rilasciare nel cibo al suo interno particelle di questo metallo.
Questo può causare seri problemi di memoria fino ad arrivare a malattie come l’Alzheimer.

Numero 3:
Nel cibo all’interno delle lattine, vengono aggiunti molti conservanti e quantita’ abbondanti di sale per poterlo conservare a tempi lunghissimi.
Inutile ribadire che i conservanti di origine chimica provocano seri scompensi nutrizionali e della salute.

Numero 4:
La qualità del cibo che viene utilizzato , destinato alle lattine di alluminio, molto spesso e’ davvero scarsa, poiche’ i coloranti, gli esaltatori di sapidita’ e i conservanti comunque ne coprirebbero il sapore originale, dunque alle industrie non serve avere un cibo di alta’ qualita’ ma piuttosto di risparmiare sulla materia prima.
Anche in questo caso avremo un prodotto scarsamente nutrizionale, che puo’ provocare seri danni all’equilibrio salutare.

Numero 5:
La lattine che contengono il cibo hanno un rivestimento di plastica interno per mantenere il cibo fresco.
Ma di che materiale e’ composto ? Si tratta di Bisfenolo o BPA, una sostanza chimica tossica molto pericolosa per la salute.
Essa provoca squilibri ormonali , ipertensione, obesità, aggressività, cancro e malattie cardiache.Piu’ del 50% delle lattine di prodotti di marca hanno il BPA come rivestimento interno.

via JedaNews

loading...