Bonus fiscali: ecco le detrazioni di cui non si sa nulla (ma che vi fanno risparmiare una fortuna)

In tempi di crisi come questi le detrazioni fiscali sono una vera e propria manna dal cielo. Il problema è la scarsa informazione su questi bonus fiscali.

bonus-fiscali-detrazioni

In tempi di crisi come questi le detrazioni fiscali sono una vera e propria manna dal cielo che possono avere un ruolo salvifico sia per chi acquista che per chi vende. Il problema è la scarsa informazione che permea questi bonus fiscali. Quanti sanno, ad esempio, che si possono detrarre i costi sostenuti per comprare mobili importati, per dotare di tecnologie robotiche per persone disabili, e per comprare lampade e materassi?
Vi proponiamo alcune regole stilate dal portale ProntoPro.it: sono tantissime le voci che possono essere inserite nel 730 e molte veramente sconosciute

1- Detrazione per mobili e arredi: Si tratta di uno dei bonus fiscali più interessanti, quello legato all’acquisto di mobili. Si può ottenere la detrazione per i materassi, per lampade e lampadari, per mobili nuovi fatti su misura, per i letti, gli armadi, le cassettiere, le librerie, le scrivanie, i tavoli, le sedie, i comodini, i divani, le poltrone, le credenze, le cucine, i mobili per arredare il bagno e quelli per l’esterno.

2 – Le detrazione si possono sommare: L’uso di una determinata tipologia di bonus non è esclusivo e si può usufruire di più incentivi. Ad esempio per ottenere il bonus mobili oltre a quello per la ristrutturazione di casa è necessario che la data di inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni.

3 – I lavori di ristrutturazione possono essere detratti più volte – Se hai già effettuato dei lavori su un immobile beneficiando di un incentivo, e intraprendi nuovi lavori di riqualificazione puoi usufruire di un’altra detrazione. Il limite complessivo di rimborso è pari a 96.000 euro per unità immobiliare.

4 – Detrazione per i danni o per la manutenzione da terremoti – L’Italia è uno dei Paesi a maggiore rischio sismico del Mediterraneo e, proprio per questo motivo, se volete realizzare degli interventi antisismici su prime case o edifici adibiti ad attività produttive la detrazione sarà pari al 65% per le spese sostenute dal 4 agosto 2013″.

5 – Tecnologie robotiche e disabilità – Nell’elenco delle spese detraibili col bonus ristrutturazioni rientrano quelle fatte per dotare l’immobile delle tecnologie robotiche in grado di migliorare la mobilità interna ed esterna alla casa. La detrazione a cui si ha diritto in questi casi è pari al 50% della spesa sostenuta”.

.6 – Detrazione per i garage– Anche realizzare un garage, un’autorimessa o anche un posto auto di pertinenza nel cortile condominiale risulta detraibile nella misura del 50%”.

7 – Mobili dall’estero – Se desideri acquistare nuovi mobili all’estero, corredandoli di tutta la documentazione necessaria ai fini della detrazione, pagando con carta di credito o debito e documentando la spesa con fattura e ricevuta di avvenuta transazione, non ci sono motivi ostacolanti per la fruizione del bonus mobili. Potrai detrarre fino al 50%”.

Fonte: direttanews.it

loading...