Bicarbonato e Limone: Come preparare la bevanda alcalinizzate che rigenera le cellule

limone-bicarbonato2

Limone e bicarbonato di sodio sono due ingredienti presenti in tutte le case, eppure nessuno sospettava che la scienza gli riconoscesse un ruolo così importante nella prevenzione del cancro, nell’alcalinizzare i tessuti, allontanare l’invecchiamento e prevenire le malattie.

Otto Heinrich Warburg, studiò a fondo il metabolismo dei tumori, in particolar modo le caratteristiche della loro respirazione cellulare e vinse il premio Nobel nel 1931 per la sua tesi. [1]
Nel suo testo La causa principale e la prevenzione del cancro, ha dichiarato:

“Le cellule tumorali vivono in un ambiente estremamente acido e privo di ossigeno. Le cellule sane vivono in un ambiente alcalino, ossigenato, consentendo il funzionamento normale, privare una cellula del 35% di ossigeno per 48 ore può probabilmente innescare un processo canceroso. Le sostanze acide respingono ossigeno, mentre le sostanze alcaline lo attraggono. Le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno. Invece la GLICEMIA sopravvive fino a quando l’ambiente è privo di ossigeno. I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini, quindi il cancro non sarebbe altro che un meccanismo di difesa che hanno alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente privo di ossigeno e alcalinità.”

Non a caso Otto Heinrich Warburg identificò nell’acidificazione alimentare e nella inattività fisica (e conseguente precaria ossigenazione cellulare) i due maggiori fattori di cancro. [2]

Ebbene, associando il limone al bicarbonato, si ottengono miracoli contro il cancro.

Bicarbonato

Mark Sircus autore del saggio medico Vincere la guerra al cancro affronta la questione del bicarbonato di sodio e degli impressionanti successi nel 99 per cento dei casi di cancro al seno. Il cancro della vescica può essere curato in breve tempo, completamente e senza chirurgia , chemio o radioterapia. Il bicarbonato di sodio applicato ai tumori li fa scomparire rapidamente. [3]

Una prova? Molti dei trattamenti chemioterapici attualmente includono bicarbonato di sodio, con la scusa che “aiuta” a proteggere i reni, il cuore e il sistema nervoso del paziente è un dato di fatto. Ed è stato già stabilito che la somministrazione di chemioterapia senza bicarbonato può uccidere il paziente.

Il bicarbonato di sodio, umile composto e molto a buon mercato, secondo recenti e sorprendenti ricerche farmaceutiche può curare e aiuta a prevenire. Non solo, allevia molto significativamente anche gli effetti secondari negativi della chemioterapia. Oggi la lotta al cancro che si porta avanti si basa su tre procedure molto rischiose e altamente invasive la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia.

Limone

Ode al limone, il frutto più utile di tutti, il più acido e ostico, ma la vera medicina naturale utile nel prevenire e curare molte malattie.

Il limone ha un pH di circa 2.2 che metabolizzato ha un effetto altamente alcalinizzante sull’organismo.
Utilissimo nella lotta al cancro. Non produce gli effetti terribili della chemioterapia, ma interessante è l’effetto che produce su cisti e tumori.

Lo ha detto anche Umberto Veronesi a OK Salute nel 2009, che certo non è amico della medicina naturale (è stato uno dei più acerrimi nemici del metodo Di Bella che non prevede le bombe chemio sulle quali hanno prosperato le major farmaceutiche), “Una bella limonata fa da scudo contro il cancro” e continua dicendo: “Nei limoni ci sono molecole con notevoli proprietà antiossidanti, capaci di contrastare l’azione dei radicali liberi, che possono alterare la struttura delle membrane cellulari e del materiale genetico (DNA) e quindi aprire la strada ai processi di formazione della neoplasia”. [4]

Secondo la Reams Biological Ionization Theory, il limone sarebbe l’unico alimento anionico al mondo, caratteristica che lo renderebbe particolarmente benefico per la salute, grazie al contributo dato nell’interazione tra cationi e anioni, necessaria per la produzione di energia a livello cellulare. [5]

Ricetta della Longevità

Al mattino a stomaco vuoto: mezzo litro di acqua, mezzo limone e un cucchiaino raso di bicarbonato. Mescolare per 15 secondi e poi bere.

Secondo gli esperimenti del Dott. Sergio Stagnaro, fondatore della Semeiotica Biofisica Quantistica, l’ acqua col bicarbonato e quella col succo di limone agiscono in modo uguale sui mitocondri aumentando l’energia libera endocellulare di ben 3 volte. E’ importante che l’acqua con bicarbonato e limone sia mescolata per almeno 15 secondi prima di essere bevuta per equilibrare le fasi diverse e diversamente attive (energizzanti) dell’acqua per creare un campo di informazione coerente.

“Se la terapia è proseguita per 9 mesi (guarda caso la durata della gravidanza) si elimina il Terreno Oncologico e altre costituzioni come dimostrano le mie ricerche” afferma il Dott. Sergio Stagnaro. [6]

Le affermazioni di cui sopra del Dott. Sergio Stagnaro provengono dallo scambio di email che abbiamo avuto per definire e chiarire la questione del bicarbonato e limone, volendo fornire prove scientifiche valide ad un argomento che purtroppo molti sono costretti dalla vita a toccare ma anche una valida terapia per tutti.

A dover di cronaca nelle mie ricerche nella redazione di questo articolo devo dire che ho trovato molte informazioni che ad un’indagine approfondita si sono svelate bufale, sebbene fossero molto attraenti e riportassero fonti che poi non si sono dimostrate vere. E’ un piacere aver dedicato il mio tempo a questo.

via Dionidream

loading...