Attenzione: l’aglio importato dalla Cina è pieno di candeggina e prodotti chimici! Ecco come individuarlo sul mercato

Senza dubbio, la maggior parte delle persone non sanno che l’aglio che compriamo tutti i giorni presso il negozio più vicino a casa oppure quello presente nel nostro pasto al ristorante può effettivamente arrivare dalla Cina. Secondo il rapporto più recente, gli Stati Uniti hanno importato quasi un terzo del dell’aglio consumato dalla cina nel 2015.

Questo non sarebbe affatto un problema, ma una parte del aglio prodotto in Cina è tossico. Oltre al controllo di qualità che in Cina è sempre stato un problema molto serio, i produttori cinesi utilizzano legalmente pesticidi che in europa sono vietati per aumentare la loro produzione, e possono avere effetti devastanti sulla salute, tra cui forato e parathion.

Pertanto, per proteggere la propria salute, è meglio eliminare questo aglio dalla vostra dieta, e imparare a riconoscere l’aglio coltivato in Cina e non.

Questo articolo vi aiuterà a identificare questo tipo di aglio. Così, si dovrebbero notare le seguenti cose ogni volta che si va a comprare l’aglio:

– Gusto: l’aglio sano è più ricco di gusto rispetto al prodotto in Cina.

– Se la radice e lo stelo non vengono rimossi, l’aglio che si desidera acquistare dovrebbe essere sicuro. Gli agricoltori cinesi rimuovono spesso le radici e gli steli per ridurre il peso e risparmiare denaro durante la spedizione.

– L’aglio cinese è più leggero e meno bulboso, inregolare.

Quindi, possiamo concludere che il modo migliore per godere di tutti i benefici dell’aglio è quello di acquistarlo dagli agricoltori locali, o perché non coltivarlo da se?

La verità di Ninco Nanco

loading...